DISCIPLINARE PRODOTTI ARTIGIANI CONSERVATI


Disciplinare di Produzione per la conformità del processo delle lavorazioni artigiane artistiche, tradizionali e tipiche di qualità

Premessa
Il seguente Disciplinare di Produzione ha l´obiettivo di individuare, specificare, promuovere e tutelare le lavorazioni dell´artigianato, che presentano elevati requisiti di carattere artistico o che estrinsecano valori economici collegati alla tipicità dei materiali impiegati e delle tecniche di lavorazione, oppure legati alla tradizione e cultura dei luoghi di origine della lavorazione stessa. Esso ha la funzione di diffondere la conoscenza delle tecniche, delle produzioni attuate e dei requisiti di manualità e professionalità insiti nelle lavorazioni artistiche fonte della creatività dell´artigiano, tradizionali, tipiche di qualità del settore in titolo. Pertanto la stesura del disciplinare di produzione si inserisce nel quadro normativo - Titolo IV "Osservatorio Regionale dell´artigianato", Capo III "Artigianato artistico, tradizionale e tipico di qualità" - predisposto dalla Regione Liguria per diffondere appunto la conoscenza delle tecniche, delle produzioni realizzate e dei requisiti di manualità e professionalità connaturali di questi settori; inoltre il seguente testo ha l´obiettivo di qualificare le lavorazioni attuate secondo canoni e procedure artistiche, tradizionali e tipiche di qualità sia in termini tecnologici, che di utilizzo di particolari materiali e processi. Questo per di più stimola lo sviluppo delle imprese artigiane tramite progetti di recupero e rivitalizzazione di attività artistiche, tradizionali o tipiche di qualità con particolare riferimento alle lavorazioni a rischio di estinzione, in modo da promuoverne allo stesso tempo la conoscenza, la crescita e l´evoluzione.

Art. 1 - Definizione del Settore
Il presente disciplinare, che promuove la tutela delle lavorazioni artigianali artistiche, tradizionali e tipiche di qualità, descrive le produzioni del settore "Prodotti artigiani conservati".

Art. 2 - Requisiti e soggetti
Sono considerati requisiti peculiari dell´impresa artigiana che chiede di aderire al presente disciplinare l´utilizzo di prodotti e materie prime di alta qualità anche con attenzione nei confronti del territorio.
I prodotti artigiani oggetto del presente disciplinare comprendono prodotti alimentari conservati ed imballati (es. in barattolo, vasetto, sacchetto, altro) secondo la normativa in vigore per le tipologie di produzioni elencate al punto successivo 5, il cui processo di lavorazione è attuato presso l´impresa artigiana produttrice richiedente il marchio.

Art. 3 - Documentazione dimostrativa
Gli artigiani del presente settore devono essere in grado di dimostrare la propria esperienza anche con idonea documentazione fotografica e/o cartacea e/o catalogo illustrativo dei prodotti realizzati.
Le richieste di licenza d´uso del marchio per il settore "Prodotti artigiani conservati", in fase istruttoria per il rilascio del marchio "Artigiani In Liguria", saranno sottoposte alle valutazioni tecniche e discrezionali di competenza del Comitato regionale "Artigiani In Liguria", anche avvalendosi degli esperti della Commissione tecnica, che ha curato la redazione del presente disciplinare di produzione.

Art.4 - Zona di Produzione
L´attività di produzione dei "Prodotti artigiani conservati", oggetto del presente disciplinare, deve avvenire integralmente in imprese ubicate nel territorio della Regione Liguria.

Art.5 - I Prodotti artigiani conservati
Il settore "Prodotti artigiani conservati" è caratterizzato dai seguenti settori:
  1. Produzione di alimenti sott´olio o liquido di governo che ricomprendano alimenti vegetali, animali, prodotti ittici;
  2. Lavorazione di funghi freschi e secchi, tartufi;
  3. Produzione di conserve animali, vegetali e salse tipiche del territorio;
  4. Lavorazione di erbe e aromi;
  5. Produzione di sciroppi, succhi, confetture, nettari, marmellate ed altri prodotti similari;
  6. Lavorazione frutta secca e conservata;
  7. Produzione e stagionatura di salumi;
  8. Produzione di pasta alimentare secca;
  9. Produzione grissini ed altri prodotti da forno salati;


Art.5.1 - Laboratorio ed attrezzature
L´artigiano del settore deve avere una sede adeguata ad ospitare macchinari ed attrezzature che consentano un ciclo completo della lavorazione e produzione sino alla realizzazione del prodotto finito per cui si richiede il marchio "Artigiani In Liguria" e deve rispettare la normativa in vigore dei settori di cui all´art. 5.
Il laboratorio deve essere ordinato e sicuro sia nell´area adibita alla lavorazione sia nell´area di stoccaggio dei materiali grezzi nonché nella fase di produzione e confezionamento.

Art.6 - Riconoscimento
Le imprese che esercitano la lavorazione artigiana del settore "Prodotti artigiani conservati", individuata dalla Commissione Regionale per l´Artigianato (C.R.A.) ai sensi dell´articolo 50 comma 1 della legge n. 3 del 2 gennaio 2003, e descritta nel presente disciplinare, possono richiedere la licenza d´uso del marchio di origine e qualità presentando apposita istanza alla medesima C.R.A..
La C.R.A. avvalendosi di un apposito Organismo di Controllo, verificherà il possesso, da parte dei richiedenti dei requisiti per la concessione della licenza d´uso del marchio ed adotterà il provvedimento conseguente (art. 3 del Regolamento d´uso del marchio di origine e qualità).
A seguito del rilascio della licenza d´uso del marchio l´impresa artigiana concessionaria dovrà sottoscrivere per accettazione incondizionata i contenuti normativi e prescrittivi del contratto di licenza e gli allegati: Disciplinare di Produzione e Codice Deontologico (art. 4 del Regolamento d´uso).



 

ADW homepage
Informativa cookie
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni